Lezioni di stile: Il vecchio al ponte di Hemingway

Oggi per le lezioni di stile vi parliamo del racconto Il vecchio al ponte, di Ernest Hemingway.  Fa parte della raccolta I quarantanove racconti, che fu pubblicata per la prima volta nel 1938 (in Italia arrivò nel 1946, con traduzione Einaudi).

Vecchio al ponte (Old Man at the Bridge) è un racconto breve che ci porta dentro la narrazione di uno dei più grandi scrittori del Novecento. Se avete avuto esperienze di lettura del Romanzo Ottocentesco, e passate poi a Hemingway, vi renderete conto di quanto l’uomo nel Novecento si sia fatto più pessimista e i riferimenti positivi o le certezze vengano a mancare, sostituiti dalla pena del vivere.

Il racconto inizia: Seduto su un lato della strada c’era un vecchio con gli occhiali dalla montatura metallica e dagli occhiali molto impolverati. Sul fiume c’era un ponte di barche, e carretti, camion, uomini, donne e bambini l’attraversavano. I carri tirati dai muli stentavano a salire l’argine rapido del fiume, ed i soldati aiutavano spingendo i raggi delle ruote. I camion mordevano la strada allontanandosi veloci; i contadini marciavano faticosamente nella polvere, fino alle caviglie. Ma il vecchio se ne stava seduto senza muoversi. Era troppo stanco per andare avanti.  (Vecchio al ponte, Ernest Hemingway, 1938)

Colpisce nello stile di Hemingway la capacità di raccontare con tanti dettagli, e la forza con cui sa proiettare il lettore dentro la scena raccontata, con una sapienza che precede di poco il cinema, e appartiene alla tecnica del show don’t tell. Un giovane scrittore può imparare molto dai maestri, ed Hemingway è di certo fra questi.

Ancora una volta vale la pena di riflettere sulla forza degli incipit: questo racconto c’è già tutto nel suo inizio, infatti ci introduce a un passaggio di soldati sul fiume Ebro in Spagna, durante la guerra civile. L’altro elemento che colpisce di Hemingway è il ritmo della prosa, spesso incurante di piccole ripetizioni interne, che anzi lui trasformò in un aspetto del suo stile. Leggere Hemingway in inglese, fa comprendere ancora meglio gli aspetti legati alla costruzione dei periodi – ovviamente per quanto buone, le traduzioni sono sempre un’imitazione, anche stilistica, dell’originale.

Altro elemento che caratterizza lo stile di Hemingway è la scelta del punto di vista. In Il vecchio al ponte la scelta del narratore cade su un personaggio, il soldato, forse lo stesso scrittore. La scelta del narratore è sempre particolare, in Hemingway; spesso si caratterizza per essere una voce neutra, e per essere un narratore non onniscente, ma che limita le informazioni fornite al lettore.

Se hai letto l’articolo circa la tecnica delle cinque W e del how (Who? What? When? Where? Why? How?) proponiamo un’ultima riflessione. Come risponde alle cinque domande che situano una storia lo scrittore di questo racconto?  È quasi più importante raccontare quel che Hemingway non ci dice, piuttosto che ciò di cui c’informa. A raccontare è un soldato, ma di lui non sappiamo quasi nulla e poco conosciamo anche del protagonista del racconto, il vecchio (Who); si parla della guerra civile spagnola ma non si racconta un episodio certo importante: alcuni carri attraversano il  fiume Ebro e un uomo, dovendo abbandonare la sua casa, ha lasciato i suoi animali e si è messo in viaggio da solo (Where e When); è per causa della guerra che l’uomo ha perso gli animali, niente più che due capre, un gatto, e alcune paia di piccioni, e s’interroga su quale sarà la loro fine, mentre il soldato lo invita ad andare avanti, e lui afferma che non ce la fa più e si deve riposare (Why).

Molti hanno parlato di Hemingway come di uno scrittore che coglieva l’epica della guerra, e della vita. Un quadro quasi da eroe decadente. Questo racconto e tutta la raccolta I quarantanove racconti forniscono impressioni precise la riguardo. Se epica c’è, è quella delle piccole cose della vita, perciò è più facile parlare di anti-epica e di pena del vivere. Anche la scelta narrativa di non riferire  il quadro storico contribuisce a dare quest’impressione.

Stai progettando un Libro o cerchi supporto per la revisione? Contattaci subito.

3 pensieri su “Lezioni di stile: Il vecchio al ponte di Hemingway

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...