La parola Fiction

Il termine fiction è una di quelle parole che nascondono segreti. Chiamarla in causa è un bell’esercizio. La utilizzò Italo Calvino in apertura alle sue Lezioni americane,  le sei conferenze che avrebbe dovuto tenere alla Harward University se fosse stato in vita. L’utilità e il sincretismo di fiction sono evidenti, così come il suo utilizzo in quanto neologismo:  indica l’arte del raccontare secondo più forme – non solo la letteratura ma anche il cinema, la pittura, e così via. In lingua italiana non abbiamo una parola che abbia la stessa valenza e ampiezza semantica.

L’indagine su Fiction è soltanto agli inizi. Cesare Marchi, un grammatico del secolo scorso, diceva che le parole sono come dei viaggiatori sospetti, che vanno fermati alla dogana per capirne la provenienza. E in effetti, a risalire l’etimo della parola scopriamo cose interessanti: fiction in italiano corrisponde a “fingere”, che viene dal latino e significa dare forma, creare. Ecco quindi che il significato ci appare chiaro: la fiction è un atto creativo, il tentativo di dare forma alla realtà.  Fin qui tutto bene, e semplice da capire. Abbiamo una parola che significa: arte del raccontare fatti frutto dell’invenzione, a prescindere dalla forma espressiva che stiamo utilizzando.

Nel 1940, alle soglie della Seconda guerra mondiale, in Francia fu scoperta la grotta di Lascaux. In essa fu rinvenuta una pittura rupestre da un ragazzo che inseguiva il suo cane avventuratosi in una buca. Nella pittura c’era una scena di caccia realizzata con estrema cura, in cui un uomo dopo la caccia veniva ucciso, ed erano rappresentati una grande varietà di animali, rappresentanti il ciclo della vita, con davanti a loro un unicorno, ovvero un animale di fantasia. Dal contesto archeologico del sito si è scoperto che la pittura rupestre di Lascaux risale a circa 18.000 anni fa. La cosa formidabile che ci interessa osservare è che essa è una fiction,  ovvero è una narrazione.

I problemi, intesi come aumento della complessità, con fiction avvengono quando cerchiamo di stabilire il suo rapporto con la realtà. Questo perché la realtà stessa è una forma di fiction.  Infatti, immaginiamo due persone che parlano fra loro, a Parigi, della Guerra dei cent’anni o della battaglia di Waterloo.  Immaginiamo che una di queste persone conosca la storia e l’altra no. La seconda, nell’ascoltare, dovrà stipulare con chi parla un patto di fiducia, e supporre, che nei limiti del possibile – limiti definiti dalla cultura e dal punto di vista del narratore  – si stia raccontando qualcosa di vero. Ma quali sono i mezzi con cui l’ascoltatore può stabilire la verità? Molto pochi, o nessuno. Sui due avvenimenti storici l’ascoltare potrà fare soltanto delle verifiche indirette, sempre che le faccia. In ogni caso, per semplificare, deve prendere questa decisione molte volte al giorno, quindi per lui stabilire la verità rispetto a ciò che gli viene raccontato diventa un fatto un possibile. Deve delegare ciò agli altri. Questo porta a concludere che la realtà non è che una forma di fiction.

La fiction a sua volta, è una forma di realtà. Cambiamo alcuni dati nella realtà (per esempio in un romanzo distopico) pur mantenendo un mondo narrativo che deve molto alla realtà. Il lettore stipula con il narratore un patto finzionale: fa finta di credere che egli gli stia raccontando una cosa vera. Quindi, in definitiva, giungiamo a questa piccola conclusione, e a un suggestivo ossimoro: la realtà è una forma di fiction e la fiction è una forma di realtà.

Con Corso di Fiction, puoi apprendere i segreti della progettazione narrativa e della fiction. Acquista il corso in formato audible o prenotalo con uno dei nostri editor! 

Un pensiero su “La parola Fiction

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...