9 modi per imparare a scrivere meglio

Imparare a scrivere meglio si può. Se sei uno scrittore questo discorso ti può interessare particolarmente. Ridurre i tempi di stesura delle tue opere, organizzare meglio e con più metodo le tue giornate, accorciare le revisioni dei tuoi romanzi, sono cose che possono apportare benefici alla tua attività letteraria.

1)Scrivere tutti i giorni

La prima regola del buon scrittore dovrebbe essere di riuscire a scrivere tutti i giorni. La sessione di tempo da dedicare alla scrittura è una libera scelta, ma non c’è dubbio che scrivere sia un’attività che richiede allenamento.

2) Leggere tutti i giorni

È un luogo comune insostenibile che gli scrittori non leggano. Al contrario, leggere è utile sia per un fatto culturale ma anche perché indirettamente, consente di acquisire familiarità con la scrittura, a patto di saper leggere in maniera critica; per fare questo, dovreste cercare di segnare i passaggi che vi piacciono e quelli che non vi piacciono, nei libri scritti da altri.

3)Esercitarsi ogni giorno.

Non solo dovreste cercare di mantenere una routine, nello scrivere; ma cercare di creare un po’ di varietà e metodo in essa. Tutto ciò che vi permette di apprendere da quello che fate (che sia un compito come: racconta quello che vedi in questo disegno, che sia qualcosa di più complesso) è positivo per il vostro scrivere.

4)Dotarsi di un taccuino     

Un block notes (di questi tempi, anche digitale) può esservi molto utile. Le idee vanno e vengono e talvolta diventa estremamente importante appuntarle prima che svaniscano. C’è chi si segna i sogni, chi un’idea che gli balena d’improvviso nella mente, insomma… raccogliete con perizia le vostre intuizioni, anche perché scriverle vi permetterà di esaminarle in un secondo tempo.

5)Creare una routine

Il significato  di creare un’abitudine non comprende soltanto scrivere tutti i giorni. Dovremmo scrivere anche facendo all’incirca le stesse cose, e agli stessi orari. Nulla vieta l’improvvisazione, ma se si crea una routine avremo più possibilità di ripetere ogni giorno la stessa azione.

6)Non scrivere e modificare allo stesso tempo

Se scrivete, pensate a scrivere. Poi, in un secondo momento, riesaminerete quello che avete creato, e procederete a delle modifiche. Per esempio, potreste scrivere alla sera e apportare delle modifiche al mattino. È una buona prassi. L’idea di ottenere da subito la versione migliore del vostro lavoro può non aiutarvi a raggiungere il miglior risultato.

7)Non cercare di ottenere troppo  in poco tempo

Non c’è un limite a quanto potete scrivere in un giorno, anche otto ore possono andare bene. Di sicuro, però bisogna fare in modo di distribuire i propri obiettivi nel tempo. Non fate come quell’alunno delle scuole medie (io) a cui l’insegnante di italiano diede da scrivere un diario delle sue giornate in un mese, e cercò di scriverlo in due soli giorni.  Al contrario, cercate di tirare fuori ogni giorno, dal vostro tempo, il miglior risultato.

8)Rielaborate e migliorate in continuazione

Per riuscire a scrivere meglio, occorre continuamente rivedere quello che si è creato con un buon occhio critico. Raramente la prima stesura è sufficiente, e un buon editing non è solo formale. Occorre lavorare sul piano delle idee, con grande lungimiranza e capacità di cambiamento. Se state scrivendo un racconto o un romanzo, potreste dover riscrivere delle parti, cancellare interi capitoli, adottare decisi cambiamenti di stile. Tenetene conto.

9)Scrivere per sé stessi

Questa più che un’indicazione è un tema libero. Ogni scrittore può considerare sé stesso come il primo lettore da accontentare. Questo vorrebbe una sincera vocazione artistica. Tutto quello che scriviamo deve prima di tutto soddisfare noi stessi. Poi inizieremo a porci il problema, di certo non secondario, di piacere al numero maggiore possibile di lettori.

Stai progettando un Libro o cerchi supporto per la revisione? Contattaci subito.

2 pensieri su “9 modi per imparare a scrivere meglio

  1. Sante parole!
    Diacessette anni.
    Su raitre seguo volentieri una trasmissione. È l’intervista a scrittori o scrittrici. Mi piace ascoltare il pensiero di una persona quando la spontaneità del discorso lo rende “nudo”, senza filtri. Senz’altro mi aiuta nella valutazione. Tra gli altri, uno scrittore. La sua prima opera ha visto la pubblicazione dopo diciassette anni.
    Tutto ‘sto barboso preambolo per sottolineare l’importanza del tuo vademecum. Ma io però aggiungerei, se modestamente me lo consenti, un’altro dogma: Crederci. (che, in sostanza, si ricollega al nono. Che poi, a mio avviso, è il perno di tutto).
    Saluti

    Piace a 1 persona

Rispondi a Enzo Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...