4 errori che rendono noiosa una storia

Ci sono degli errori nella trama di un Libro che possono costarci l’attenzione del lettore, e in definitiva la sua rinuncia leggerci? La risposta non è così semplice ma è affermativa: sì, si possono fare errori nella stesura di una storia che riducono non poco le probabilità che un lettore – o un certo tipo di lettori –  ci segua fino in fondo. Per la verità, talvolta, molto dipende dall’abilità dello scrittore di gestire le sue scelte, e soprattutto ciò che funziona oggi (è doveroso ammetterlo) è diverso da ciò che poteva funzionare nella fiction di un secolo o un secolo e mezzo fa.  

Un linguaggio poco asciutto o uno stile non adatto.  Quando racconto,  costruisco la mia storia dal basso e con i mezzi espressivi di cui sono dotato. Questo significa che lo stile va pesato e scelto, in base al vantaggio che può arrecare alla narrazione degli eventi. Supponiamo che io decida di raccontare utilizzando una prosa d’arte, con un linguaggio pieno di asperità e figure retoriche: è quel che un editore definirebbe  prosa algida, il cui effetto per il lettore è una maggiore difficoltà a leggere, in virtù della minore immediatezza del testo.  Ci sono alcuni nomi della narrativa novecentesca italiana che, pur avendo uno stile aulico, rendono egualmente interessanti le proprie storie, anzi hanno fatto di questa particolarità un vezzo, i nomi sono tanti: Bufalino, Gadda, Tozzi, Consolo… in questo caso però si deve parlare di scrittori poeti.  Se siamo semplicemente scrittori, potremmo cercare di puntare su una comunicazione asciutta ed efficace.

Un intreccio articolato e pieno di digressioni. In una storia, abbiamo bisogno di concentrarci sul nucleo principale e svilupparlo al meglio. Le troppe digressioni, poco collegate alla storia principale potrebbero creare problemi nella tenuta complessiva . Se faccio allontanare il lettore dal mio protagonista per raccontargli un’altra vicenda, dovrò valutare bene l’opportunità di questo salto e la robustezza del collegamento che sto costruendo. Anche qui, gli esempi in grado di smentirci non mancano: tutta la narrativa russa, da Tolstoj a Dostoevskij è ricca di intrecci complessi ma ben elaborati: mai abbiamo la sensazione di perdere di vista l’unità della vicenda principale che viene raccontata.

Un incipit poco coinvolgente: nell’incipit intervengono qualità importanti da parte di un Autore che esplicano da subito i loro effetti. La frase con cui iniziare una storia deve essere la frase giusta. Come facciamo a stabilirlo? Dipende ovviamente da quanto siamo disponibili a fare autocritica, e a metterci nei panni del lettore. Di solito le storie incominciano proponendo al lettore un mondo ordinario che andrà presto in crisi: la nostra prima pagina o frase del libro è in grado di cogliere questo movimento?  

Personaggi poco interessanti: Un personaggio può essere poco interessante per vari motivi. Lo scrittore non lo approfondisce e/o conosce abbastanza, non ha svolto un adeguato lavoro psicologico intorno alla sua figura o al suo archetipo, oppure semplicemente non ha pensato abbastanza a renderlo empatico nei confronti del lettore: quante volte, nei film o nei libri che ci non ci convincono, non ci sentiamo soddisfatti perché il protagonista non ci piace abbastanza? Dobbiamo sempre valutare i pro e i contro nella caratterizzazione di un personaggio, e cercare di raccontarlo nella maniera in cui siamo certi il lettore lo troverà interessante: prendiamo il caso di un uomo cinico e tranquillo, in che modo il lettore potrebbe appassionarsi alle sue vicende?

Tutti questi aspetti, in realtà, possono rivelarsi se ben affrontati ottime chiavi di volta nel coinvolgere e intrattenere il lettore. Naturalmente, serve tempo e riflessione.  

Stai progettando un Libro o cerchi supporto per la revisione? Contattaci subito.

One thought

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...