Come scegliere il genere di un Romanzo

E’ una bella questione, la scelta del genere di un Romanzo. A volte, ci mettiamo a scrivere , e già dal primo capitolo, non siamo in grado di stabilire a che genere appartiene la narrazione nella quale ci stiamo inoltrando.

Andando avanti, emergerà qualcosa di più chiaro, ma non è detto; se non è così, è probabile che lo scrittore inizi a spaventarsi e a chiedersi: ma insomma, dove mi sta portando la mia fantasia?

Non preoccuparti, verrebbe da rispondere all’Autore. Gli editor servono esattamente questo: a trovare un posizionamento alla tua ispirazione, e mettono a disposizione la propria capacità analitica, per aiutarti ad affinare i tuoi strumenti critici. Il risultato di un lavoro a quattro mani, su una storia, è interessante perchè aggiunge un punto di vista.

Credo che mai come oggi il genere sia diventato importante, in narrativa. Provate a immaginare di essere un librario, come mettereste in ordine i vostri libri sugli scaffali del negozio? Ovviamente, per genere. La scelta, a meno di non essere un libraio indipendente, è dettata dal mercato. Oggi nelle librerie si vedono alcuni generi resistere e ampliarsi, altri decadere, altri innovarsi e cambiare nome, senza che la sostanza muti troppo. Tutte queste scelte, hanno un comune denominatore, cercano di andare incontro in maniera sempre più consapevole alle curiosità del lettore. Talvolta provano a percorrere sentieri inesplorati.

E’ necessario porsi il problema del genere quando si vuole pubblicare un Libro? Non è detto. Molta letteratura – da Kafka a Hemingway, passando per Dickens, Eco, Pavese, Calvino – non è letteratura di genere. Di solito per i libri che trovano spazio tra i “classici” si utilizza il termine mainstream o crossover: ovvero sono degli autentici fuori genere. In questi casi, il genere non è una chiave interpretativa essenziale per capire il messaggio dello scrittore.

La verità è che esistono scrittori di genere e scrittori non di genere. Per chi sente che il genere è fondamentale per il proprio stile , il consiglio è di provare a conoscere sempre meglio quello al quale sente di appartenere. Ciò richiede uno sforzo culturale che può rivelarsi prezioso.

Una cosa va detta. I generi cambiano, e si evolvono. Oggi chi scrive gialli, si confronta con tanti sottogeneri, che in realtà sono assurti al rango di generi veri e propri. Per esempio, il thriller nasce dalla combinazione di giallo (dove dominano gli aspetti legati a un’indagine investigativa) e noir ( dove prevalgono aspetti cruenti legati al mondo della malavita) e ne rappresenta un perfetto equilibrio. Il legal thriller, a sua volta, è una nicchia nella quale sono protagonisti esponenti del mondo giudiziario. Un esempio di legal thriller è l’autore John Grisham (L’avvocato di strada, L’ombra del sicomoro). La fantascienza più d’avanguardia oggi è la cosidetta hard, che si basa sull’utilizzo  di conoscenze scientifiche per la creazione di scenari futuri verosimili. Lo scrittore Andy Weir (L’uomo di Marte, La prima città sulla luna) ne è un perfetto esempio.

E tu, come scrittore, a che genere senti di appartenere?

Stai progettando un Libro o cerchi supporto per la revisione? Contattaci subito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...